Nucleare…

Prendendo spunto dal blog http://pensiamoci.bloog.it/ ripropongo anche qua il mio commento sull’argomento del Nucleare:

Sinceramente… non credo che in questo caso si possa far “ritorsioni politiche”.
Semplicemente mi ricordo il perchè del referendum, ovvero era nato dallo sconcerto post Cernobil.
Ora siamo circondati di centrali nucleari e la più vicina se non ricordo male è la Phoenix francese poco oltre il confine sopra Cuneo e noi stessi non solo compriamo energia elettrica da centrali nucleari, ma le costruiamo all’estero. Il che significa che abbiamo comunque le capacità tecniche per costruirle e gestirle. Ora il momento richiede energia da fonti rinnovabili e anche da centrali nucleari più sicure (la fusione purtroppo è lontana dal venire). Io personalmente resto a favore delle centrali nucleari.
Quello che può esser condivisibile è che non si sia ricorsi ad un referendum per abrogare il precedente a favore delle centrali, dato che era ed è un argomento che secondo me deve esser discusso e deciso direttamente dai cittadini.
Onestamente la penso in questo modo.

…aggiungo che le speranze e la necessità d’aver energia elettrica a un costo minore e di meno impatto diretto sono alte.
Le migliori sarebbero la Fusione (lontana dal venire e pulita, ma ne parlerò nuovamente poi), le energie rinnovabili (e in Italia siamo ricchissimi di eolico, solare e geotermico) e SOLO in ultima istanza il nucleare, che paradossalmente sul diretto inquina di meno, ma alla lunga produce scorie che necessitano di milioni di anni per “smaltirsi” (e il discorso qua è complesso).
Mi chiedo perchè non ci si impunti sulle rinnovabili, ma piuttosto che… non lo so… se la paura è un’esplosione nucleare, siam circondati da centrali altrui e gia Cernobil ha dimostrato di colpirci profondamente da migliaia di km di distanza. Inoltre ora sono piu sicure le centrali attuali. Tanto vale averne noi di nostre. Restano le scorie…
Non sono un tecnico, potendo ne farei anche a meno, preferirei aver una torre eolica dietro casa o in mezzo a un bel paesaggio, però… boh, son pensieri difficili da far coincidere fra di loro.
Restano chiare due cose, ovvero la necessità mostruosa di energia e l’icapacità di puntare totalmente sul rinnovabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...