Neanderthal in movimento…

Una regressione mentale continua, importante e pesante sta affliggendo tutti noi ultimamente. Neanderthal stile ovviamente. Mi guardo in giro e vedo cose assurde, barbine, comportamenti incredibili, paradossali e malati da tutti.
Da parte dei mie famigliari, degli amici, dei colleghi, di me stesso, da parte di sconosciuti (e chissà quale cazzo di principi governano la loro vita), da parte del clero, da parte del governo e, credo, a questo punto anche da parte di qual si voglia divinità tu, oh lettore tanto amato, ti senta di adorare, credere e seguire i pensieri, opere e precetti.
Non c’è più nulla di corretto a quanto vedo ormai. Nulla di palpabilmente sano… non vedo un singolo gesto dettato dalla coscienza, dal cuore, dal pensiero naturale e spontaneo del bene altrui. In verità nemmeno io stesso son in grado, a quanto pare, di muovermi in tal modo.
Si dice che nemmeno il cane muove la coda per nulla, ma giuro, i miei due cani sanno esser più spontanei e “limpidi” di qual si voglia bestia a due zampe qua attorno.
Sono sconvolto, sconcertato… e francamente lo sono da tanto, forse da sempre, ma mi limito a non intervenire, a non dire nulla, a non pensarci, perché altrimenti mi arrabbio, come oggi (ieri ndr… è un post preparato ieri questo) e non ce la faccio più. Stiamo regredendo… o forse evolvendo oltre, questo non lo so più per certo, perché a questo punto mi chiedo se i Neanderthal ai quali tanto ci ispiriamo ultimamente, non fossero in grado di gesti genuini e spontanei e non distruttivi come i nostri.
Jara, Sara, Vik, Cani abbandonati, bambini che muoiono di fame, puttane, mafia, malattie mentali, solitudine… estrema solitudine… rabbia, incredulità… cosa devo dire, son tutte cose che stiamo manifestando “a nastro” ormai e… e… già, e… cosa? Oggi son veramente fuori da ogni grazia di dio e non perché sia successo qualcosa di particolare al sottoscritto, ma perché semplicemente per un attimo ho aperto gli occhi e ho visto troppo da rimaner zitto.
Ma non va bene, no, non va bene, questo non è “socialmente accettabile” e devo subito adeguarmi a tutto e a tutti, altrimenti verrò visto come un pazzo… o alla meglio come un visionario. La realtà è questa, brutta, assurda, infame… ma è questa. Da “esseri” evoluti come noi umani mi sarei aspettato di più sinceramente, ma credo che non ci discostiamo molto dai nostri genitori ancestrali (Neanderthal style !!!). E forse è per questo che in giornate come oggi non riesco a guardarmi allo specchio e mi sputerei in faccia da solo… come Lino Banfi insegnava.
Siamo tutti Neanderthal… o forse malamente più evoluti.

– Canà: Sicché lui adesso sta a Firenze a parlare con Picchio De Sisti ed io son venuto qua in Brasile dove tutti vengono o per le donne o per i giocatori… io son venuto farmi fare l’appendicite! Hai capito com’è!?
[Sputa in faccia a Bergonzoni]
Io a uno lo devo sputare in faccia sennò con chi mi sfoga? Anzi, scusa…
[Sputa verso l’alto due volte]
So più soddisfatto adesso.
– Bergonzoni: Senti, ma perché hai fatto così?
– Canà: Mi sono sputato in faccia da solo. Uno che a quarantott’anni viene a Rio a farsi fa l’appendicite, vuoi che non si sputi in faccia da solo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...