Fukushima Japan nuclear power plant updates: get all the data | World news | guardian.co.uk

Fukushima Japan nuclear power plant updates: get all the data | World news | guardian.co.uk.

Al solito in Italia non sappiamo mantener alta la nostra attenzione su determinate cose per molto tempo, mentre spesso e volentieri dopo il clamore iniziale le cose, le notizie e soprattutto le disgrazie continuano o peggiorano. Inoltre sembra quasi che, a livello mondiale, a volte ci sia anche una gara a chi fa più notizia, a chi resta sulla cresta dell’onda il più possibile. Eppure, appunto, le disgrazie proseguono. E per informarsi trovo sia scandaloso doverlo fare su siti stranieri.

Quindi, FOCUS ON… il disastro del Giappone. Una terra che amo, che avrei visitato quest’anno (guarda caso) e che ho, purtroppo deciso di rinviare ad anno da destinarsi, sconsigliato in pratica da tutti, una terra forte piena di gente forte. Le cose non vanno molto bene, anche se man mano si sta prendendo il controllo della centrale a Fukushima, e non fa più notizia, che si ha il numero reale dei morti e dei dispersi (14,358 i primi 11,889 i secondi ………….e questo non fa notizia) che da l’idea di una vera e propria catastrofe in tutti i sensi, mitigata in parte solo dalla disciplina, dalla tecnologia e dall’ordine dei giapponesi (terremoto e tsunami in altre località avrebbero fatto una vera ecatombe), si delinea anche in modo maggiore per quanti anni i cittadini evacuati a causa dell’esplosione delle centrali nucleari non potranno tornare a casa, oppure cosa e quanto ci sarà da ricostruire, cavalcando ancora e ancor più di prima la produzione di beni di consumo e la politica economica che ne deriva, cercando di mantenere alte in tutte le applicazioni le loro capacità ed innovazioni tecniche, nonché forniture industriali. Insomma il solito mondo realmente agli antipodi del nostro. Fatto sta che le notizie ci sono,l sempre, sempre fresche e preoccupanti, ma non fanno più… notizia e per questo meglio non parlarne. Succede anche all’estero che ci si stanca facilmente della stessa minestra, anche se buona, ma qua da noi il livello di attenzione alle cose realmente importanti è bassissimo. Oltretutto l’attenzione è minata anche da quelle cagate che noi Italiani amiamo farci inculcare dai padroni (ops… è un termine che da la sinistra alla destra… ed io son di estrema destra… -_-‘ ). Comunque seguite ancora le notizie fintanto che potete e fintanto che ci sono, anche se son da ricercare. Non sempre ci sarà la pappa pronta e se non ci impegniamo noi per informarci, avranno ragione sempre sia quelli che dicono che il “regime” imbavaglia tutti, sia quelli che realmente vogliono tenerci ignoranti… e ci son sia a destra che a sinistra.

Queste son le ultime… in inglese… segnatevi il link ad inizio post e seguite. C’è anche di meglio come fonte di informazione non lo nego, ma sempre meglio di nulla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...