Morire di dignità…

… una signora anziana a Gela si suicida, buttandosi dal balcone, dopo che ha saputo che la sua pensione era stata ridotta da 800€ a 600€ al mese. La notizia è stata annunciata ieri dai telegiornali all-news, ma già oggi se ne parla di meno. Il rischio strumentalizzazione di notizie come questa è facile.

Facile creare anche cadere nel retorico, indicando tale azione disperata, come diretta conseguenza di una riduzione della pensione, infatti la donna era vedova da un anno e ultimamente soffriva di stress, ma indubbiamente certe “novità” aiutano a peggiorare situazioni già di loro al limite.

Limite che questa donna ha valicato togliendosi la vita. Non si tratta però di un caso unico, isolato. Quasi settimanalmente infatti saltano all’onore della cronaca notizie di imprenditori, anziani, padri di famiglia, liberi professionisti, impiegati, che compiono gesti disperati, spesso suicidi. Suicidi dettati o, più realisticamente, avvalorati all’ultimo istante anche da situazioni economiche gravi o tragiche… che danno il colpo di grazie

Ci stanno uccidendo in silenzio, lentamente, e pochi di noi hanno il coraggio di fare qualcosa di concreto.
Non so a questo punto se è lodevole o per lo meno comprensibile un suicidio… un qualcosa nel piattume mentale italiano.

http://www.corriere.it/cronache/12_aprile_03/gela-suicida-riduzione-pensione_1b96a4b2-7d91-11e1-adda-3290e3a063cc.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...