Meglio la galera al resto…

Un paio di giorni fa leggevo la seguente news sul corriere:

http://www.corriere.it/cronache/12_aprile_09/non-sopporta-madre-sorvegliato-polizia-si-fa-arrestare_c2a6323a-821f-11e1-9c86-d5f7abacde61.shtml

… dove un allegro malavitoso, pur di non restar in casa con la madre  durante il periodo di domicilio  forzato, ha ben pensato di tirare una Molotov sul portone della caserma della polizia per farsi arrestare e tornare in galera.
Ovviamente detta e scritta così com’è scritta sul trafiletto giornalistico, sembra che sia tutto per non restar in casa con la madre e, piuttosto, meglio tornare in carcere. In realtà, leggendo meglio, il motivo di tale bomba incendiaria era più che altro una rivalsa sui poliziotti che hanno detto di no al cambio di domicilio del malvivente che… ha così preso due piccione con una… molotov.

Comunque, a parte questo divertente siparietto, il punto che volevo sollevare oggi è che, come sempre, bistrattati, ingabbiati e pressati quanto volete, ma nelle nostre carceri i detenuti stanno bene. Posso anche capire che la reclusione è una catena immensa sulla libertà di una persona, ma comunque hanno vitto, alloggio, vedono la prima della scala in diretta, giocano a calcio con i campioni della Serie A, hanno un lavoro che frutta loro uno stipendio, studiano  e, quando escono, gli trovano anche un lavoro.
Capite che in molti, scherzi a parte, soprattutto immigrati, pensano bene di finir in carcere almeno per un periodo e sopravvivere… dignitosamente? Ridicolo, ma si rischia veramente di viver meglio li dentro che fuori, almeno per gente molto indigente.
La battuta è facile da fare… vitto, alloggio e ci rischi soltanto un pestaggio o il culo sfondato, ma ridendo e scherzando questo pensiero lo stanno facendo in molti.

Mi ricordo un paio d’anni fa un’intervista ad un galeotto di 60anni che, una volta terminato di scontare la sua pena, ha commesso subito un altro reato per tornar dentro, dato che aveva trascorso 40anni della sua vita in cella e il suo mondo ormai era quello, si sentiva perso al di fuori.
Un esempio decisamente limite, in quanto tale, ma ci son realtà e situazioni che fanno pensare alla galera come il luogo migliore ove vivere. Tale pensiero a quanto pare è sempre più radicato nella povera gente.
Personalmente NON baratterei mai la mia libertà per un posto al caldo e tre pasti al giorno, ma realmente son così certo che preferirei morir di fame a quello?
E se il pensiero è questo per molti, quanti al contrario penseranno, più facilmente aggiungo, che è meglio provare a fare una rapina o un’estorsione e magari farla franca, piuttosto che morir di fame o al limite, vedi sopra, vivere in galera mal che vada?
Credo possano esser pensieri comuni di uomini disperati.

E in questi nuovi frangenti e con questi futuri chiari di luna… quanti ci penseranno veramente?

Annunci

2 pensieri riguardo “Meglio la galera al resto…

  1. Okay. Ammettiamo che la tua tesi regga anche se l’altissimo numero di suicidi che avvengono ogni anno nelle carceri italiane un po’ ti mette i bastoni tra le ruote.

    Se gli indigenti saranno tanti e tali da volere finire in prigione allora anche le prigioni diventeranno un po’ più povere. No? Quindi mi sa che non ci sarà un pasto nemmeno in prigione.

    🙂

    1. Concordo… non sempre infatti vengono ben digerite le reclusioni, ma è vero anche che in molti alla fine non sanno cosa fare. Se trovo il trafiletto delle Iene di qualche anno fa lo metto fra i commenti.
      Vero che, comunque, il problema diventa anche quello delle carceri sovraffollate ad un certo punto. Ma li interviene il discorso doppio dell’Indulto/Certezza della pena… due concetti abusati in malo modo in Italia. Il primo ad ufo, come se rimetter criminali in circolo fosse una soluzione, il secondo perché comunque un malfattore è più tutelato della vittima…

      Intanto, ad esempio, ecco un caso limiti, nel quale possono benissimo identificarsi molti altri casi meno “popolari”:

      http://gentevip.it/patrizia-reggiani-vedova-gucci-vuole-restare-in-carcere-non-ho-mai-lavorato-gente-vip/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...