Nuovi decoder… la morte prolungata del DVB-T …

… mi ero giusto giusto appena rallegrato del fatto che i Beauty Contest fosse saltato e, a breve, si farà l’asta per le frequenze televisive, a discapito di tutti quelli che se le eran prese gratis che, ecco, ce lo indorano per mettercelo nel sedere.
Ricordate che giusto 3 anni fa ci siamo dannati l’anima per trovare TV o decoder nuovi buoni per il gia vecchio e decrepito Digitale Terrestre, scelto dai ostri politicanti amici come nuova piattaforma televisiva? Bene… tempo il 2015 (manco una decade) e bisognerà gia pensionarlo per il DVB-T2, per far posto a nuovi canali tv, e canali per la telefonia.

destinare una parte dello spettro al nuovo standard dei telefonini 4G e, che porteranno via, dal 2015 un’altra parte significativa di frequenze. C’è quindi la necessità di far stare su una banda sempre più stretta un numero sempre crescente di canali e questo sarà possibile solo con il passaggio al nuovo standard DVB-T2. Con questo standard, per esempio all’interno dello stesso multiplex è possibile avere fino a 6 canali in Hd contro i 2 attuali.

Ma se nemmeno tutte le regioni sono passate al digitale terrestre? Ma siamo matti? Altri soldi da buttare?
Sono basito da questa news del corriere… ma scusate, non era prevedibile un “collasso” dei canali disponibili gia ora con il digitale terrestre, da pensare quindi di passare subito al tipo due (da 2 a 6 canali in un medesimo multiplex) per non dover spender altri soldi a breve giro?
A quanto pare no e la cosa mi puzza anche molto…
Ecco la news fresca dal Corriere:

 – Ma cosa cambierà invece per l’utente finale? «Dipende – aggiunge Frullone – dalla strategia dei broadcaster. Per esempio si potrebbe pensare a contenuti premium (come il calcio, i grandi film ecc…) veicolati, magari in alta definizione o in 3D, con il nuovo standard. Per quei contenuti occorrerà dotarsi del nuovo decoder o comprare un televisore che ne sia dotato. Ma le due tecnologie, quella attuale e la prossima, continueranno a coesistere per un gran numero di anni». Quindi cosa consiglia nell’immediato? «Dobbiamo solo verificare – conclude Frullone – se entro qualche mese abbiamo l’intenzione di comprare un televisore, di gran lunga il componente più costoso della catena video, che sia dotato di decoder DVB-T2 o, in alternativa, che sia aggiornabile al nuovo standard

… insomma, come dicevo, persone che da poco si son dotate di televisori nuovi, dovranno per forza o comprare l’enesimo scatolotto, oppure cambiarli. Personalmente attenderò oltre di prender il decoder per i contenuti premium per il mio televisore, in modo da ovviare a questo loro casino. Non credo molto nella “convivenza” dei due tipi di decodificazione per molto tempo, anche perchè il 4G telefonico e l’internet mobile chiederanno sempre più banda a disposizione e gia così… rischiamo di friggerci il cervello.
Spero si tratti di una di quelle news “frettolose” e che i tempi a nostra disposizione siano ben più lunghi.
Mi dispiace solo per il mio fantastico vecchio Trinitron… vogliono proprio farmelo buttare…

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_aprile_19/evoluzione-digitale-terrestre-nuovi-decoder_4c460caa-8a35-11e1-a379-94571f4a698e.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...