La casa è una mucca da mungere…

… evidentemente è questo quello che i nostri cari NON eletti rappresentanti stanno pensando. Da sempre bene rifugio dell’Italiano, oggi la casa si sta tramutando in una sanguisuga che attinge ai nostri risparmi producendo non più degli utuli, ma delle perdite, sempre più gravi.

Dopo la stangata IMU, che porterà ad un aggravio fiscale di almeno il 60% della vecchia IVA (a meno che tu non abbia almeno 2 figli), per non parlare di quanto potrà pesare sulle seconde case, si presentano due nuove futuribili tasse, ovvero un’IMU bis, che andrà a rincarare ulteriormente la dose a favore delle opere sul territorio (ovvero una tassa ad uso quasi esclusivo delle realtà da comunali a regionali) e una modifica sulla tassa per la spazzatura, in modo tale da legare anche questa, come l’IMU, alle nuove revisioni catastali e ricalcarne quasi completamente le modalità di “prelievo”, facendo distinzioni pesanti fra le varie case possedute. Sia chiaro, fin’ora son voci di corridoio, Monti le nega, i partiti le cavalcano per dire “noi non le voteremo”, ma gia il fatto che siano così forti e presenti come voci, beh… fanno solo paura e, dato il periodo, è anche facile credere che vengano varate a nostro discapito.

Insomma, la casa è come una mucca… una mucca magra e che produce poco ormai, munta a più riprese da tutti.
IL carico fiscale sull’Italiano normale (il 99% sono italiani normali, con la “i” minuscola, mentre i restanti 1% son i ricconi, Italiani di prima classe con la “I” maiuscola, solito discorso…) supera il 45%… quasi metà dell’anno lo passiamo lavorando per il governo… senza aver poi molto di ritorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...