Famiglie “usuali, inusuali”: adottare un figlio…

… ieri commentavo un post interessante:

http://costanzamiriano.wordpress.com/2012/05/09/sii-forte-papa/

… che racchiudeva in se una diatriba sulla possibilità per le coppie Omossessuali di adottare dei figli. In realtà il post di partenza narrava altro (ovvero sulla perdita di “identità” della figura paterna nel mondo occidentale moderno… e con essa della figura fondamentale delle podestà famigliari ), ma il discorso era tanto interessante, che voglio riproporre il mio post che, al solito, è diventato un piccolo discorso.

<< Mi vedo fortemente contrario a tali “realtà”… non tanto per le voglie e le tendenze sessuali delle persone adulte, ma per i bambini, già bombardati a tappeto da programmi televisivi insulsi e falsi esempi (compresi calciatori e veline), ci manca anche che crescano con esempi non propriamente usuali o… naturali.
Ci si dimentica che comunque siamo noi a decidere per loro anche oltre i 18 anni d’età… figuriamoci quando sono piccoli e sono come delle spugne, pronti a raccoglier tutto quello che diciamo e facciamo.

(…)

Cerchiamo di non andar troppo per partito preso ne da una parte ne dall’altra. (pro o contro ndr)
Spero, cercando di interpretare il tuo punto di vista, che la tua argomentazione sia “Meglio dar ai bambini l’affetto di qualcuno in modo esclusivo (intendo l’amore di qualcuno solo per lui), piuttosto che lasciarli crescere in istituti vari”…
…vero, hai pienamente ragione e lo condivido, ma la vedo molto, troppo dura per i bambini piccoli, vederli adottati a coppie per così dire… non usuali… o a single, perché da piccoli… diciamo fino a 10-12 anni, son delle vere e proprie spugne e prendono tutto quello che vedono e sentono in ogni ambiente, soprattutto a casa e a scuola. Per me, poi magari mi sbaglio, vedo fin troppo facile che questi bambini possano assumere atteggiamenti o idee non propriamente corrette (con questo non dico nulla rispetto a come si sentono persone adulte e felicemente consapevoli a pieno di se stesse). Loro copiano, imitano tutto da parte dei genitori almeno nella prima parte della propria vita, ed aver due padri o due madri o un solo genitore è poco educativo. Già vedo poco educativo aver realtà di divorzi, nuovi compagni, nuovi fratelli e sorelle, di nuovo divorzi ecc… (e ci son passato dentro in pieno, odiando di rimando la situazione e le persone coinvolte).

Quindi… già ci son molte coppie usuali (dire “normali” suona troppo ghettizzante) in attesa di adottare un bambino che si rivolgono all’estero, cerchiamo di dar loro un occhio di riguardo. Magari affidare alle altre coppie dei FIGLI dai 10 anni in su sarebbe più facile, dato che la consapevolezza del bambino in questione è già affermata per buona parte.
A me fa paura il forte rischio di condizionar troppo i troppo piccoli. >>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...