200 anni da colmare…

… proprio in queste ore la città di Milano si prepara a salutare uno dei suoi cittadini più illustri dell’ultimo secolo, ovvero il Cardinale Martini. La personalità del cardinale è stata indubbiamente di spicco e per questo mo0lte personalità leccaculo si sono precipitate a salutarlo. Chi per dovere, chi per farsi bello.


Quello che al solito colpisce però è la presenza del popolino, di tutte le persone comuni che hanno fatto visita al cardinale, me compreso, o che son presenti alla cerimonia. Tralasciando il discorso che il funerale di Mike Buongiorno è stato MOLTO più seguito e sentito dalla popolazione disperata, a differenza della ruota della fortuna di quest’ultimo e dell’Olio Cuore, cosa lascia a noi il Cardinale?

Molte cose, da libri teologici, incontri con altre religioni fino a, e per me è più importante, una luce di speranza per l’uomo moderno, che vive diversamente la sua spiritualità rispetto al passato e che ha un rapporto con la Chiesa difficile, se non addirittura contrastato.
Facile trovare infatti persone disilluse, persone completamente astiose e persone che semplicemente non hanno tempo o necessità di credere in qualcosa di spirituale. Questo perché la civiltà moderna (quindi la sub-cultura moderna) si è allontanata molto e molto velocemente dal giogo delle masse che prima, volente o nolente, è stata la religione.

La luce di speranza per poter nuovamente credere in qualcosa, che ha lasciato il Cardinale, è il suo modo di vivere profondamente modero la chiesa. Una persona di spicco come lui ha seguito (dico seguito perché in realtà questo aspetto non so di chi dei due sia il più recente innovatore) quanto Giovanni Paolo II ha fatto in contemporanea e non solo. Non solo ha costruito dialogo con le altre chiese, ha presenziato e partecipato ad innumerevoli incontri diocesani con i giovani, ma è anche andato oltre, parlando apertamente di vita, coppie non sposate o separate, di omosessualità, di responsabilità della Chiesa in situazioni lugubri attuali (pedofilie in primis), di necessità di modernità, di cambiare, di render nuovamente la fede e la religione a favore e a servizio dell’uomo e non viceversa, quindi usare le funzioni, l’eucarestia, la parola di Dio e tutto quanto in possesso loro, per noi………………………………… comprese parole contro l’opulenza della Chiesa, che necessita di purificarsi e di tornare più “sulla terra” a contatto con le persone.

Io ho vissuto indirettamente questo Personaggio, dato che, come scritto precedentemente (UOMINI DI FEDE) ero piccolo quando lui era in carica e quindi son cresciuto, spiritualmente, con la sua presenza e devo dire che si è sempre dimostrato sopra le righe rispetto alla maggioranza dei restanti.
Ho letto tutta l’intervista famosa dove cita i 200 anni di arretratezza della chiesa, presente sul SOLE24ORE, e l’ho trovata decisamente “innovativa”… difficile sentir un prete parlare così, men che meno un Cardinale di una certa età e vi assicuro che son parole che stanno, nella loro semplicità e verità, anni luce da quello che a tutti gli effetti è uno stato di ostinato sonno della nostra Chiesa.

Non potendo inserire nemmeno parte di tale intervista (diritti privati… che palle), metto i link a quello che ho trovato, generalmente, vedi corriere, dei sunti privati di molto e un filo manovrati per creare un discorso che ha più del politico.

Una figura spesso severa, ma che ha dimostrato un’apertura mentale degna di pochi.

Chiesa arretrata di 200 anni (Corriere)

Gli scritti del Cardinale per il SOLE 24 ORE

Annunci

2 pensieri riguardo “200 anni da colmare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...