La frusta dell’evoluzione sociale…

… colpisce ancora la schiena e le natiche delle donne nel mondo islamico, nella fattispecie alle Maldive: Maldive CENTO FRUSTATE a sedicenne.

L’articolo in questione dice già di suo quanto dev’esser detto. La caduta di un governo eletto democraticamente (forse) a favore di movimenti integralisti, porta sempre a degli abomini. Abbiamo visto come in Egitto si rischi di (perdonate la brutalità ma rende perfettamente l’idea) di scoparti tua moglie entro 6 ore dalla sua morte, perché semplicemente è un tuo diritto di uomo e DEVI POTERLE DARE l’ultimo saluto… le volevi tanto bene… la trattavi così bene da viva… che scoparti il suo cadavere è il minimo.
Adesso leggo questo articolo dove una sedicenne, l’ultima in ordine di tempo fra tante, verrà frustata a sangue per aver fatto sesso con un 29nne. Tolto il fatto che consenziente o meno, la punizione all’uomo può starci giustamente, le frustate a lei no.
Ma questo è ancora il meno… non è niente in confronto di questa frase:

Per molti Nasheed, strenuo difensore della democrazia e fervente ecologista, era in fin dei conti un anti-islamico. Dopo la sua caduta i musulmani radicali hanno imposto regole sempre più rigide che prevedono, tra l’altro, mutilazioni genitali obbligatorie per le bambine e la fustigazione delle ragazzine che fanno sesso prima dei 18 anni. E questo non stupisce in un Paese dove per chiedere la cittadinanza bisogna essere musulmani ed è proibito praticare qualsiasi religione al di fuori dell’Islam.

Ottimo, ennesima dimostrazione di come le menti bacate di un regime chiuso (e parlo in generale) possono partorire abomini, che essi siano di stampo religioso o di stampo puramente politico. In questo caso la religione permette una barbarie simile. Io non sono nessuno per poter giudicare determinate cose, ma le critico apertamente perché questo non può essermi negato. Mutilare delle persone per qualsiasi motivo è incivile e insostenibile, non si dovrebbe in alcun modo permettere tali ingerenze nella vita di una persona.

Soprattutto se si tratta di minori, minori che non possono dire la loro e far valere in alcun modo i diritti. Diritti fondamentali, ma comunque che non valgono nulla in un mondo ove i tuoi stessi genitori sono accusa, giudici e carnefici nella loro mentalità chiusa e per nome di uno stato teocratico e vuoto.
In ogni caso, son eccessivamente “destrorso” come mentalità e per questo un tantino  astioso verso culture che esprimono una così netta diversità con la mia, ma comunque si tratta di abusi, abomini e di palesi violazioni dei diritti umani.
Se avete tempo, voglia e possibilità, leggetevi questo articolo (comunque sponsorizzato dallo stesso Corriere) che vi darà una più ampia visione di quello che sta succedendo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...