Bastard(at)a evidente…

… nei giorni scorsi in ufficio si è consumato un dramma. Un collega (che tra l’altro conosco poco) è rimasto “a piedi”. La fidanzata l’ha scaricato. E fin qua tutto normale, nel senso… son cose che succedono e succedono anche spesso.
Quello che al contrario è anormale (ma fino ad un certo punto) è che il collega e la fidanzata, avevano aperto un bel mutuone per la casa (già rogitata), un prestito per i mobili ed una bella macchina famigliare a rate. E tutto da nemmeno un paio di mesi (tanto che il collega, cieco, continuava a dire che erano felicemente innamorati), insomma, la decisione di prender casa assieme era recentissima.
Appurato che lui era ed è tutt’ora un bamboccione cieco ed innamorato, che non si è accorto di nulla, ma io dico… brutta stronza, ma se eri dell’idea di mollarlo (certi colleghi adesso dicono che si vedeva che lei era stanca del rapporto), come cazzo ti è venuto in mente di accendere un mutuo, un prestito per i mobili e prender un’auto a rate? Veramente, son più incazzato io del mio collega (che dal canto suo mi sembra lievemente instabile emotivamente… non vorrei facesse una strage), come è possibile arrivare a questo punto senza sollevare alcun problema e, anzi, accettando di prender casa con il tuo compagno se hai intenzione o anche solo l’idea latente di mollarlo?

Adesso? Soldi buttati via se tutto va bene, ovvero rivendere in perdita la casa appena comprata, cercare di estinguere il mutuo acceso buttando soldi propri per coprire il disavanzo della vendita e le penali per l’estinzione anticipata del mutuo. I mobili poi, comprati, probabilmente in parte già arrivati e quindi non si possono non comprare. La macchina è l’unica cosa che potrebbe tranquillamente restare, ma a che prezzo poi è un mistero. Chi paga cosa? Come si sistemano le cose comprate? E il padre di lui? Era sua la fideiussione presso la banca per il mutuo…

Generalizzando quindi il più possibile… parlarsi? Esternare i propri dubbi, pensieri, sentimenti, le proprie domande? Non necessariamente dovete dirvi che vi state cornificando, ma se ci son problemi di coppia come minimo è un DOVERE personale far uscire quanto sta dentro per non trovarsi in questa situazione.
Son soldi che vengono buttati diamine, soldi che non rientrano più. Spannometricamente (parola che non esiste?) se la divisione degli oneri è paritaria come minimo perdono un buon 10-15% del valore della casa, ammesso che riescano a venderla, più i soldi che devono metterci per estinguere il mutuo e le penali ecce cc… 70k€ A TESTA li hanno buttati più o meno. Per cosa? Per un capriccio? Una ripicca? Un’indecisione? L’idea FALSA ED OTTUSA che iniziando a vivere assieme le cose potevano migliorare (come le coppie scoppiate che mettono al mondo un figlio)?

Normalmente ne riderei e lo farei anche di gusto, si tratta bene o male si un esempio perfetto del mondo Neandertaliano in cui viviamo, dove la mente bacata delle persone porta a conseguenze catastrofiche, oltre che risibili, ma in questo caso provo solo un forte senso d’amarezza (e vari ricordi che riaffiorano) perché parlando, semplicemente confrontandosi fra di loro, potevano risolvere la questione o, con maggior praticità, evitare di appiopparsi delle catene così pesanti che li bloccheranno per anni (50-60-70K€ di soldi buttati, in quanto tempo li recuperi?).
Veramente siamo a questo livello per le relazioni di coppia, dove non ci si confronta mai e non si parla?

Spero di non finir come loro… MAI… questa è stata una vera BASTARDATA…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...