I 5 “perché” de… Le elezioni all’americana sono OK !

Dato che il blog è mio e lo gestisco io (mi pare d’aver sentito già questo tipo di frase…), ovviamente quello che scrivo è prettamente personale.
Quindi… con oggi ci saranno spesso I 5 “perché” su queste pagine, giusto per sperimentare una nuova forma di blog (almeno per me).

Insomma, perché le elezioni all’americana sono ok?

  1. In primis perché a mio avviso stanno sperimentando, con successo altalenante vedi brogli delle elezioni del 2000, nuovi sistemi di voto, dalle cabine elettroniche al voto via mail PEC. Insomma, invogliano l’elettore a presentarsi a votare e cercano anche di velocizzare lo spoglio dei voti. Quindi in un modo o nell’altro anche se questo modi di votare si presta a truffe telematiche e a brogli di quel genere, teoricamente dovrebbe scongiurare brogli più “all’Italiana” con schede nulle, comprate, vendute, perse, ritrovate, vere o false.
  2. Secondo punto estremamente valido, quanto gli americani sentono le loro elezioni presidenziali.
    Seppur spesso ci si astensionismo anche in America, le cifre sono molto inferiori rispetto alle nostre comunali, regionali e politiche varie. Le presone si animano e si rianimano quando ci son le elezioni. Partono comitati, comizi, sit-in, campagne di sensibilizzazione a tappeto e tutti sanno tutto (vorrei ben vedere). Sentono e vivono le elezioni come parte del loro modo di essere, del loro impegno sociale e come espressione massima del loro diritto fondamentale e costituzionale. Cosa che qua da noi… beh, non esiste.
  3. Il dibattito televisivo o, comunque, il dibattito diretto fra i concorrenti delle primarie e poi per i due concorrenti alla carica presidenziale è una cosa che secondo me dovrebbe esser sancita a livelli costituzionale da noi. Spesso infatti non sappiamo quali son le idee politiche, sociali ed economiche dei nostrani leader di partito, che si limitano SEMPRE a dire fiumi di parole contro gli avversari, senza mai dire al contrario cose che farebbero loro di loro iniziativa. Nessuna scaletta, nessuna domanda preposta esiste qua da noi ed è facilissimo perdersi nel loro stramaledetto politichese.Incontri faccia  a faccia dovrebbero esser la regola, non l’eccezione.
  4. Il Bi-partitismo (in realtà ce ne son altri, ma…) in America è un punto forte, non un punto debole.Qua da noi ci sono un’infinità assurda di partiti, partitini, movimenti, correnti e controcorrenti interne, dissapori, inimicizie e cambi di partito in corso d’opera, che fanno esasperare. La o sei Blu o sei Rosso, o sei Repubblicano o sei Democratico e i voltafaccia NON vengono mai perdonati. Perché perder e disperder voti, tempo ed energie per dar da mangiare a tutti questi piccoli partitini, quando al contrario non ci son i soldi per far andar avanti questo immenso carrozzone politico?
  5. Già, i soldi, altro punto fondamentale, lo stato qua da noi paga le elezioni, quindi noi paghiamo elezioni e rimborsi elettorali di ogni tipo e di ogni livello, una cosa assurda ed inaccettabile che fa proliferare la galassia di sotto-partiti inutili e lo spreco monetario. Negli Usa lo Stato finanzia solo le elezioni presidenziali, con i soldi delle donazioni volontarie dei contribuenti nelle dichiarazioni dei redditi. Nel 2008 la campagna di Obama non è costata neanche un cent ai contribuenti, grazie ad un ingente finanziamento pubblico, mentre lo sfidante John McCain ha beneficiato di 84 milioni dello Stato federale. In totale? Le più importanti elezioni della prima potenza mondiale sono costate, nel 2008, 135 milioni di dollari, pari a 100 milioni di euro. Cioè quanto una sola rata annuale del rimborso per i partiti eletti alle Camere italiane.Il resto dei soldi per le elezioni USA quindi è privato o su, come dire, colletta degli elettori fedeli del partito (senza contar le manifestazioni e gli spot gratuiti di personaggi famosi a favore dei contendenti). Un divario abissale fra noi e loro. Non dico di finire come loro, ma di finire questo abuso di potere da parte della nostra classe dirigente.

Ecco i miei 5 fondamentali perché, sul fatto che si dovrebbe votare e far le elezioni all’Americana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...