Siamo Italiani o siamo Europei?

Beh, visto che le risposte a questo tkt non ci son state, in poche parole spiegherò il mio punto di vista a questa domanda.

Sicuramente, anche per via della mia estrazione sociale, del mio punto di vista e del mio pensiero socio-politico, mi sento Italiano, in quanto adoro il mio paese e, come ogni buon Italiano che si rispetti, pur criticandolo aspramente, pur odiando certe differenze “regionali”, non lo cambierei per null’altro.
Mi sento Italiano e come tale vorrei che la nostra realtà continuasse ad esser appunto una realtà sociale unica e ben distinta dalle altre realtà europee e mondiali.
L’Italia è così perché la sua storia l’ha portata ad esser così. Ci comportiamo quindi in un determinato modo, crediamo a determinate cose e pensiamo in un determinato modo, modo che NON vorrei modificare e NON vorrei che venisse modificato (ma qua il discorso sfocia diretto nel mare dei Global/No Global, un pantano micidiale nel quale non voglio cadere).

Ma in un qualche modo mi sento anche molto legato all’Europa, la nostra cara e combattuta Europa.
Difficile da gestire e da sopportare, anche più del nostro piccolo e sgangherato carrozzone, ma pur sempre un’entità che ha vissuto nel bene o nel male di tutti noi, dei Francesi, dei Tedeschi, degli Austriaci, degli Spagnoli ecc. Siamo consci e DOBBIAMO esser consci che ormai il discorso non si può più fare come fra vicini di casa, ma come conviventi, entità distinte ma che coabitano e bene o male si odiano e si amano.
Il tempo delle guerre territoriali è finito, le prime due guerre mondiali son stati due gravi errori scaturiti da mentalità vecchio (gli imperi e le super nazioni), che si vedevano costretti a ripensare su scala globale ogni azione. Azione che portò alle guerre e che adesso porta ad un’Unione Europea.

In realtà l’unione è nata nel modo errato (vedi il post che indicavo prima), perché, interpretando quanto detto da un noto personaggio storico, uno conto era fare l’Italia, un conto fare gli Italiani.
Tale concetto si può estendere tranquillamente a tutta l’Europa, entità nata per motivi puramente economici e per tali motivi tutt’ora governata e rattoppata (vedi BCE) ma che si trova, e questo non credo che lo capiscano bene i nostri governanti, a far convivere ed a dover creare un’entità unitaria mettendo assieme persone e “regioni” che di identità ne hanno già una loro e che si scornano già loro internamente per far fronte ad altre identità sub-regionali (nord e sud Italia, nord e sud Irlanda, separatisti baschi, la stessa Cecoslovacchia che è stata recentemente divisa in due parti…).
Insomma un lavoro titanico ed impressionante che certamente una fottuta realtà economica di merda non potrà mai far da collagene per tenerli assieme.
Noi NON ci sentiamo Europei, perché NON ci stanno aiutando a sentirci come tali, ma anzi, questa comunità economica europea (vedi che CEE era più adatto?) porta ad accentuare gli attriti fra potenze economiche e non… chi non “odia” o “mormora” pensando alla potente Germania della Merkel, che economicamente detta legge in Europa?

Il discorso è molto vasto e comunque molto fumoso… non vi è modo ad oggi comunque di sentirci parte di qualcosa realmente unitario su scala continentale e non è di certo per via della lingua o della religione o stupidate simili.

Ci penso spesso. A volte vorrei chiudere la nostra Italia in se stessa, bella e brutta come solo lei sa essere.
A volte invece penso che il nostro futuro, pur mantenendo una certa storia “regionale”, sia in un unico stato… ma passando prima per un unico popolo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...