Il caffè più costoso del monto? Alla cacca d’elefante…

… ricordate giorni fa la storia del caffè più caro al mondo?
Ebbene mi son sbagliato.
Il caffè cioccolatoso alla cacca di Zibetto (il Kopi Luwak) non è il più caro caffè del mondo.
In realtà degli imprenditori indiani hanno ben pensato di far mangiare le bacche del caffè agli… elefanti che, come insegnano i produttori, non solo digeriscono la parte esterna lasciando a nudo la parte produttiva, ma addirittura tostano il caffè al loro interno.

caffe-elefante

Non resta altro quindi che raccogliere la cacca, pulire il tutto e produrre il caffè……………………………….. ok !
Tutto questo alla modica cifra di 1100 dollari al kg, quindi fra i 40 e i 50 dollari a tazzina. Una sciocchezza, altro che l’intestino dello Zibetto, qua siamo ad uno stadio successivo, la tostatura è compresa.

Immagino già lo stadio successivo, cercare un animale capace di pisciar direttamente il caffè già pronto, bello caldo (e se femmina ha già anche il latte scremato).
Non metto in dubbio che magari nell’antichità l’uso del caffè sia nato nel riutilizzo delle bacche semi digerite, ma diamine…

Eppure ho dei colleghi che vorrebbero assaggiarlo………………………..
Manco se me lo regalano.
Certo che, comunque, io son bravo a parlare, mangio fegato ed interiora, mangio il miele e mangio anche il SU CALLU  (formaggio molle che viene preparato all’interno dello stomaco dei capretti da latte… l’ultima poppata insomma). De Gustibus quindi…

Un grazie al post di Chiara Amendola che mi ha illuminato sul caffè alla cacca d’elefante ^^

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...