Domani è natale…

… come se ce ne fosse realmente bisogno.
Personalmente non dico che odio, ma mal tollero la festività di cui sopra, perché ormai ha perso tutto quello che in realtà dovrebbe rappresentare, svuotandosi sia dal significato ancestrale (sol invictus e così via, ma questo è stato ben modificato in “Nascita di Cristo” dal Cristianesimo nella buona tradizione Romana, dove le feste e le vecchie divinità venivano abilmente riadattate alle esigenze dell’Impero), sia del significato, appunto, Cristiano.

La denaturalizzazione dell’evento è in corso da tanto tempo ed ai giorni nostri è diventata una mera festa consumistica. Per carità, sono un tipo strano lo so, mi piace fare i regali agli amici, ma la motivazione natalizia no, per nulla.
Comunque di questo dovremmo esser felici, stiamo vivendo in prima persona il modificarsi di una ricorrenza religiosa, in una ricorrenza consumistica, un evento che ha un impatto sempre più massivo su una fetta di persone sempre più vasta, un vero fenomeno a-politico e interreligioso.
Un esempio comunque fra tanti di un mondo sempre più in movimento, che si modifica e che… credo si stia involvendo sotto certi aspetti. La tecnologia non è tutto.
Non  credo in effetti che nel passato nel giro di 60 anni fossero avvenuti dei cambiamenti così radicali della società e, soprattutto, così vasti.

Per quanto io continui a guardarmi attorno e a guardare al mio futuro recente (non son poi così vecchio), mi chiedo come sia riuscito a venir fuori da questo marasma e non esserne inghiottito come gli anziani, che fanno ancora troppa fatica a muoversi con i mezzi tecnologici a nostra a tutale disposizione.
Il discorso però peggiora se guardo al futuro… li proprio non ho idea di cosa aspettarmi nemmeno da qua a sei mesi e mi sento nudo ed impotente.
All’orizzonte solo nubi nere ed il rumore della tempesta.

Forse siamo solo nell’occhio del ciclone, o forse la tempesta non è ancora arrivata.
Cercherò d’esser pronto o di farmi trovare il meno impreparato possibile, anche se non posso e non potrò non farmi andar a male certi cambiamenti, come appunto il natale troppo consumistico.
Di sorprese ne ho viste fin troppe in questi tempi e francamente non ho nemmeno più la voglia di interagire con molte di quelle persone che mi circondano… gioco forza purtroppo delle feste che stanno arrivando.

Spero passino in un lampo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...