Scrivere tanto per farlo…

… francamente penso sia una prerogativa anzi, un’attitudine che hanno in molti, me compreso, in quanto soventemente mi capita di leggere di quelle boiate che non stanno ne in cielo ne in terra, ma che son scritte con tal convinzione da sembrar grottesche.

È doveroso però fare qua una distinzione fra persone che scrivono per passione  e persone che scrivono per lavoro. I primi son tutti quelli che scrivono per i cazzi loro, oppure che frequentano un forum come guest, oppure quelli che scrivono sul proprio blog, o sul proprio sito, insomma, quelli che scrivono per il gusto di farlo e magari esser letti da qualcuno (e mamma internet è stata di grande aiuto per tutti quelli che come me vogliono poter dire apertamente la loro).
Queste persone in realtà non sono biasimabili.
Non percepiscono uno stipendio da quello che scrivono, ne una visibilità tale che li ponga come punto di riferimento per l’argomento o gli argomenti che trattano, come potrebbe essere un sito di informazione tecnica oppure un blog che spiega i “passo-passo” per qualcosa, come può esser l’uso di un programma per pc. Quindi quello che scrivono è frutto di loro esperienze, modi di pensare, d’agire… insomma, qualcosa di non professionale, anche se ogni argomento DOVREBBE esser affrontato con l’adeguato grado di Conoscenza, Comprensione e Competenza.

Il discorso cambia radicalmente nel secondo caso, quando sei una persona pagata per scriver quello che stai scrivendo, lo fai per lavoro, oppure la tua professione è tale da darti un bagaglio di conoscenze che ti permettono d’esser completo, categorico e soprattutto di riferimento in rete sull’argomento che stai trattando. Mi immagino altrimenti i forum ufficiali di Linux (per far un esempio) che sparano cazzate a nastro, mandando in merda tempo e lavoro di molte persone.
In questi casi Conoscenza, Comprensione e Competenza devono obbligarti a scrivere con cognizione di causa.
Quindi quando vado sul corriere e leggo cialtronate come quelle che seguono, vuol dire che viene a mancare tutto il discorso di professionalità che come minimo porterebbe ad una rilettura di quello che si ha scritto per evidenziare senza ogni dubbio errori e assurdità lampanti. Cito:

…DownloadZoneForum o Dzone, come veniva chiamato in gergo, è stato chiuso per violazione dell’art. 171 della legge 633/1941, che punisce chi «diffonde al pubblico per via telematica, anche mediante programmi di condivisione di file fra utenti, un’opera cinematografica o assimilata protetta dal diritto d’autore, o parte di essa, mediante reti e connessioni di qualsiasi genere…

… strano, non pensavo che il Duce avesse forti doti di preveggenza.

Questo non vuol esser un dito puntato sul redattore dell’articolo in questione, per carità ci mancherebbe, ma sono un esempio di come si poteva con una semplice lettura, trovare queste discrepanze e sistemarle, sintomo di scarsa attenzione a quello che si sta facendo.

Va beh, per fortuna che io rientro fra quelli che scrivono per passione 😛

motivazioni-scrivere-blog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...