Finte malattie… immaginarie…

… in questi giorni Berluskaiser per non andare in aula ai vari processi che ha in corso (Ruby in primis) e per non dover rischiare il carcere (condannato in Unipol ad un anno), si è dato per malato.
A parte la super stanza che ha in ospedale, a parte i fior fiore di dottoroni che sprecano parole su parole per descrivere una situazione clinica da tener sotto controllo e tener quindi il nato in ospedale, a parte che per una uveite NESSUNO sta in ospedale (come se fosse un albergo tra l’altro), a parte decine di altre cose che suonano come un’offesa alle persone che realmente stanno male o, soprattutto, hanno veramente bisogno di cure e posti letto in ospedale (posti che vengono tagliati a raffica), questa situazione mi ha fatto riflettere…

…riflettere sul fatto che è endemico in Italia ammalarsi di puttanate e passare giorni e giorni di “ferie” a casa, pagati dallo stato, pagati dall’azienda e senza fare un cazzo.
Ne ho visti tanti di colleghi, o presunti tali, che si ammalano lievemente e fanno malattia, oppure prendono una storta alla spalla e si fanno 4 settimane a casa (si, 4 settimane e questa è bella fresca di reparto), guarda caso prima di un fine settimana o immediatamente dopo o, peggio, per fare un “ponte” che non dovrebbero fare.
Eppure io ho timore di ammalarmi o, meglio, di restare a casa perché, oltre al fatto che il mio contratto di ferie prevede una cosa bassissima a scalare (pagate al 100% alla prima, 80% alla seconda, 50% alla terza malattia e poi nulla salvo degenze lunghe),  penso sempre di non bruciarmi una malattia preziosa per una semplice emicrania o una febbre a 39° o per essermi preso una storta al piede cadendo dalle scale.
Va beh che io sono una cosa a parte, quasi penosa, in quanto non resto mai a casa, ma mi chiedo sempre come diavolo facciano le persone a farsi dare di prognosi una caterva di giorni.
Il mio medico qua a Pavia non fa altro che prescrivermi sempre il minimo del minimo e, come dire, invita anche a non ripresentarsi da lui se la malattia prosegue.
Forse è un pochetto troppo eccessivo, ma comunque mi sembra giusto, in quanto il mio lavoro è sempre e comunque un lavoro seduto ad un tavolo con un pc e certe “indisposizioni” non inficiano troppo con lo svolgimento delle mie mansioni.

L’Italia va a puttane anche per questi motivi.
Siamo il paese dei furbi ed ogni volta ne salta fuori una.
A maggior ragione, inoltre, abbiamo i governanti che ci meritiamo…
Una fitta schiera di “ammalati immaginari” Italiani, ammalati realmente di mente però.

23839716_monitorato-il-cuore-oro-di-berlusconi-mentre-il-malato-ferma-la-piazza-0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...