Alto tasso d’integrazione…

Ci son news che sarebbe bello non vedere o leggere e, spesso, non si vengono a sapere nemmeno.
Una news di questo tipo è la classica violenza sulle donne. Classica perché ultimamente sembra ci sia una pandemia di violenza.
Ebbene seppur sia chiaro che la violenza non ha sostanziali differenze di “razza”, religione o genere (giusto pochi giorni fa una donna per gelosia ha accoltellato la sua compagna), certe volte è facile incazzarsi il doppio se a perpetrare quella violenza è uno straniero.

In questo caso (leggete la news sul corriere prima di proseguire) mi viene da pensare come si possa:

  • A 21 anni esser già di un integralismo tale da strappare libertà ad una donna e obbligarla a convertirsi a suon di mazzate.
  • A 27 anni (l’età di lei) prender una sbandata per un 21enne, andare a conviverci subito e sperare, vedendo com’è lui, di continuare a vivere in modo normale. Nel senso, non lo vedi com’è?
    Eppure ci son sempre più donne che si innamorano di persone esotiche come queste.
  • Spesso li vedi questi immigrati, si spacciano come persone moderne, liberali, molto “occidentali” e poi si scoprono esser di un fondamentalismo bigotto pari a quello nostro di 200 anni fa.
  • Coprire tali bestie perfino quando si finisce in ospedale, fino a quando non si finisce sotto terra.
  • Sperare anche solo in un’integrazione fra noi e loro, così distanti nel modo di pensare, è pura fantasia. Non si tratta di razzismo, anche se ci si impegnano veramente tanto per farci diventare razzisti, ma più che altro è un’evidente incapacità di comprendersi reciproca, anche se la maggior parte dei problemi viene creata da loro. Esempio supremo è la libertà di culto in territorio Italiano e, con ovvi tentennamenti legati ad un paese strettamente cattolico come il nostro, sorgono anche le prime moschee ufficiali. In casa loro (salvo solo in poche realtà come la Turchia che già di per se è molto più occidentale di pensiero rispetto ad altre nazioni musulmane) i cristiani, gli ebrei e le altre religioni vengono vessate e prese di mira da attacchi terroristici, stragi, lapidazioni. Saranno anche solo come eravamo noi qualche centinaio d’anni fa, in quanto popoli giovani, ma il problema è proprio lo scarto di tempo fra loro e noi.
  • Loro e noi… non mi piace dire loro e noi, sarebbe molto bello poter dire soltanto noi, perché la religione può esser quelle che ognuno vuole per se, ma il rispetto dovrebbe esser solo di un tipo e per tutti.

… occhio a chi volete amare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...