Guerra sul suolo americano…

… se non fosse che come al solito ci son persone che non hanno colpa, nell’ultimo secono i buoni americani, senza mai una crisi o una guerra sul loro territorio, si son sentiti investiti dall’autorità di Dio e dei popoli (e dei massoni) per portare le loro guerre di liberazione  e di interessi in giro per il mondo………………….. mettendo in piedi solo un fottuto casino.
Libia a pezzi, Afghanistan a pezzi, Palestina a pezzi, Siria a pezzi, Iraq a pezzi… ed un’interminabile avanzata di fottuto fanatismo religioso.
Sia ben chiaro, di fottuto ha solo il fatto che ogni fanatismo religioso è un’abominio, stanno semplicemente vivendo ora un periodo che in “occidente” abbiamo vissuto nel medioevo, con la differenza che questi fanatici hanno armi pesanti con loro.
Comunque sia, gli americani ora non dicono più nulla in Siria, perchè hanno visto che i “miliziani” che loro aiutavano contro Assad, adesso dilagano in Iraq, massacrando donne e bambini di etnia o di credo differente, proclamando un califfato (roba da medioevo con Maometto secondo e Vlad Dracul che si scontrano nei balcani).

Il grande Iraq, che tutti pensavamo fosse il male in terra (il buon Saddam è stato bistrattato da tutti, addirittura reso amante del demonio in cartoni animati come South Park) ma che rendeva stabile l’area, si è rivelato esser ora tessa di massaci e di follie, con governi fantoccio pronti ad esplodere nel breve.
Chi si ricorda del paese dove si, c’erano ingiustizie, ma dove vice al governo c’era un certo Tareq Aziz, Cristiano, e dove le minoranse mene o male si mantenevano in biloco in una sorta di pace forzata (vedi mio arcaico articolo sulla sua condanna a morte, per fortuna ancora non portata a termine)? Chi si ricorda di un paese che doveva esser in possesso di armi chimiche di distruzione di massa… ma che alla fine non le possedeva?

Beh, ora mi chiedo, per il petrolio, ma anche fosse stato per liberare un popolo oppresso da un dittatore, ne è valsa la pena di buttare un paese nelle condizioni attuali di anarchia, morte e massacri?

Idem la Libia, stessa cosa.

E, veramente ne vale la pena di scalzare ora Assad dal suo posto e lasciare tutta la zona in mano al fondamentalismo islamico?
Che, tra le altre cose è scaturito tutto dalla guerra del golfo dei primi anni 90… insomma, USA dietro a tutto, non è che stanno facendo troppo casino? Armano i guerriglieri da un lato e poi scoprono di aver fatto una boiata (Bin Laden fra tutti, loro ex alleato). Non lo auguro a nessuno, ma vorrei vederli con la guerra alle loro porte o in casa loro se mettere interessi economici di fronte a tutto varrà ancora qualcosa. Non succederà e forse succederà fra decenni, non lo so, so solo che devono darsi una calmata che stanno solo mettendo tutti nella merda e le persone poi hanno ragione ad incazzarsi.
Detto questo, W PUTIN. Non so se è parte del grosso mangia mangia anche lui, ma fa la voce grossa e fa bene e forse è l’unico che può far calare la creata a questi casinisti che prima o poi si attireranno la guerra in casa.

Speriamo solo di non trovarci sulla loro strada…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...