Editoriale | Il patto che ha rovina la scuola – Corriere.it

Come spesso accade, da questo blog si possono trarre giornalmente spunti di riflessione e belle letture da Tram (quelle che preferisco nei miei spostamenti con i mezzi).

Aggiungo anche un piccolo appunto.
Non si parla abbastanza (o non se ne parla del tutto) della fuga dei docenti dalle realta’ private verso quelle statali, ritenute tutt’ora piu sicure e piu “comode” anche a fronte di stipendi magari un filo inferiori, ma con pesi lavorativi ed orari piu leggeri.
Sempre ovviamente se si viene presi dallo stato, ma con un curricula lungo presso la privata, ci si puo’ presentare meglio per la statale.

Che sia questo un metodo anche per i giovani docenti di entrare nel giro e non restare relegati a situazioni di supplenza ad oltranza?

Cavolate in libertà

Un interessante editoriale di Angelo Panebianco che, dopo tanto tempo che la si menava su come la scuola italiana fosse “la più migliorissima” del mondo, finalmente urla: “il re è nudo!”.
Che la scuola fosse uno stipendificio ne ho avuto molti esempi, da studente e da docente. Si è visto con il concorsone: invece di far partire una seria riflessione sul perché più della metà degli aspiranti docenti non è riuscito a passare un test a livello di terza media1, il tutto è stato coperto da una coltre di imbarazzato silenzio.

(grassetti miei)
(…) Il patto di cui parlo venne tacitamente siglato fra la Democrazia Cristiana, allora al potere, e i sindacati della scuola, e coinvolse anche il Partito comunista. Il patto venne sottoscritto con il consenso tacito dell’opinione pubblica (disinteressata e spesso complice quasi tutta la classe colta, gli intellettuali). I termini del patto erano…

View original post 756 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...